Obiettivi di ZERO-PLUS


Obiettivo del progetto è fornire al mercato un sistema innovativo, ma immediatamente applicabile, per distretti residenziali a energia quasi zero (NZE), che ridurranno i loro costi in modo significativo. Di conseguenza, il progetto persegue i seguenti obiettivi:

·        Il primo obiettivo è una riduzione dell’utilizzo dell‘energia in edifici residenziali fino ad una media di 0-20 kWh/m² per anno (confrontato con la media attuale di 70-230 kWh/m²). Il ridotto consumo energetico sarà ottenuto tramite l’applicazione di diverse tecnologie, incluso un isolamento termico ad alta efficienza, così come il riscaldamento e l’illuminazione, sistemi di gestione energetica degli edifici (BEMS) in quattro casi studio selezionati con 5300 m² di superficie edificata.

·        Per raggiungere l’obiettivo di consumi energetici pari quasi a zero, sarà generata ogni anno una quota di energie rinnovabili pari almeno a 50 kWh/m² nell’ambito di ciascun distretto abitativo selezionato. Questo obiettivo sarà ottenuto tramite l’integrazione nell’insediamento abitativo di tecnologie innovative di produzione dell’energia come collettori solari a concentrazione Linear Fresnel, sistemi fotovoltaici avanzati integrati nell’edificio (biPV) e sistemi avanzati di produzione di energia eolica.

·        Una maggiore efficienza energetica sarà raggiunta attraverso la transizione dai singoli edifici ai distretti ad energia zero, in cui i carichi energetici e le risorse sono gestiti in modo ottimale. Questo obiettivo sarà raggiunto attraverso l’applicazione di soluzioni per la rete di distribuzione, la conservazione dell’energia e il controllo di una micro-rete a livello distrettuale, così come attraverso una gestione ottimale della situazione climatica negli spazi aperti dell’insediamento abitativo.

·        I costi degli edifici ad energia zero saranno ridotti almeno del 16% rispetto ai costi attuali. Questa riduzione dei costi sarà ottenuta tramite una strategia di personalizzazione di massa. Per raggiungere questo obiettivo, un sistema di costruzione modulare sarà sviluppato, che potrà essere adattato e ottimizzato sulle specifiche caratteristiche di ogni sito pilota, anche se implementato tramite processi industriali efficienti dal punto di vista economico.

·        Per garantire che i risultati del progetto abbiano un impatto sull’industria delle costruzioni, l’obiettivo finale è una diffusione sul mercato delle soluzioni sviluppate nel progetto entro l’anno 2018. Questo obiettivo sarà raggiunto tramite la fase dimostrativa delle soluzioni implementate nei quattro diversi casi studio reali in diversi territori europei, in diverse condizioni climatiche, e attraverso la disseminazione e valorizzazione dei risultati di questi casi studio, basate su una analisi complessiva del mercato e un piano imprenditoriale.

·        Per sostenere la transizione verso edifici e distretti efficienti rispetto all’uso delle risorse, a basse emissioni di carbonio e resistenti ai cambiamenti climatici, sarà rafforzato il ruolo dell’industria delle costruzioni in Europa nella riduzione dell’impronta ecologica di quasi 77kg CO2/m², con un totale di 408 tonnellate di CO2 compensata per tutti i casi studio del progetto ZERO-PLUS.


 

Galleria

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Accedi

Notiziario